Lo stress lavoro-correlato è una problematica molto sviluppata nel mondo lavorativo, ma non tutti conoscono i metodi per affrontarlo.

Una definizione ben precisa di stress ci è stata fornita nel 2004 dall’Accordo Europeo sullo stress lavoro correlato:

Immagineilluiliulul

pertanto tale condizione può interessare ogni lavoratore in quanto strettamente connessa con l’organizzazione e con gli ambienti di lavoro.

Valutare in modo efficace ed efficiente lo stress lavorativo è un processo molto importante con risvolti positivi sia per le singole persone che per il datore di lavoro in quanto direttamente collegato alle performance lavorative.

Gli step principali per la valutazione dello stress lavoro correlato sono essenzialmente tre:

  • Valutazione oggettiva preliminare;
  • Implementazioni, se necessarie, delle azioni correttive e definizione ed attuazione di un piano di monitoraggio;
  • Eventuale valutazione oggettiva approfondita nel caso in cui, dopo un attento monitoraggio, le azioni correttive abbiano evidenziato un’inefficacia delle stesse.

Risulta importante che in ogni fase venga garantita la tutela della privacy dei lavoratori.

stress

Un esempio di valutazione oggettiva/approfondita (terzo step) è l’utilizzo di sondaggi anonimi da sottoporre ai lavoratori, suddivisi in gruppi omogenei, i quali saranno analizzati da uno psicologo con l’obiettivo di andare ad identificare le varie criticità aziendali e ricorrendo, se necessario, anche ad un focus group.

È da tener conto inoltre che una valutazione dello stress lavoro correlato rappresenta un’esperienza concreta di avvicinamento delle figure aziendali – linea datoriale/dirigenziale e lavoratori – con l’aumento delle capacità di comprensione delle stesse.