La gestione del Covid in ambito scolastico secondo il Ministero della Salute

La gestione del Covid in ambito scolastico secondo il Ministero della Salute

La gestione del Covid in ambito scolastico secondo il Ministero della Salute 1250 855 US Group SRL

Con notifica n.50079 del 3 novembre 2021 il Ministero della Salute ha pubblicato la versione datata 28 ottobre 2021 del documento che riporta criteri e tabelle per la gestione dei casi di Covid in ambito scolastico.

Indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico. Versione 28 ottobre 2021.

Il documento redatto dall’Istituto Superiore di Sanità, Ministero della Salute, Ministero dell’Istruzione e Regioni contiene un aggiornamento del sistema di gestione scolastica dei casi di infezione, sorveglianza, rientro, con l’obiettivo di favorire la didattica in presenza e tenendo conto della diffusione della vaccinazione.

Contiene in descrizione e in quattro tabelle una serie di automatismi per la gestione dei casi da parte del dirigente scolastico e del suo referente, in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione (DdP) che resta in ogni caso autorità in materia.

“Nel caso in cui le autorità sanitarie siano impossibilitate ad intervenire tempestivamente o comunque secondo la organizzazione di regione/P.A. o ASL, il dirigente scolastico venuto a conoscenza di un caso confermato nella propria scuola è da considerarsi quindi autorizzato, in via eccezionale ed urgente, a sospendere temporaneamente le attività didattiche in presenza nella classe/sezione/gruppo e trasmette le indicazioni standardizzate preventivamente predisposte dal Dipartimento di prevenzione”.

Le indicazioni riguardano le scuole, i percorsi di istruzione e formazione professionale – IeFP, per quanto concerne: segnalazione di un caso positivo, gruppo/classe, tempistica dei test (Tempo zero (T0) e Tempo 5 (T5); tempi per il rientro a scuola; criteri stratificazione del rischio; esposizione insegnante operatore.

Si ricorda che i contatti devono essere identificati in un lasso di tempo che va da 48 ore prima dell’insorgenza dei sintomi del caso o dalle 48 ore antecedenti la data dell’esecuzione del test risultato positivo (se il caso è asintomatico) fino al momento della diagnosi e dell’isolamento del caso COVID-19. In questo documento il soggetto vaccinato è colui che ha completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni secondo le indicazioni della circolare del Ministero della Salute n.36254 dell’11 agosto 2021“.

Le quattro tabelle sono:

  • Tabella 1. Sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni: indicazioni per individuazione e gestione dei contatti in presenza di UN caso positivo tra i bambini;
  • Tabella 2. Sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni: indicazioni per individuazione e gestione dei contatti in presenza di UN caso positivo tra gli educatori/insegnanti/operatori scolastici;
  • Tabella 3. Scuole primarie e secondarie: Indicazioni per individuazione e gestione dei contatti in presenza di UN caso positivo tra gli alunni;
  • Tabella 4. Scuole primarie e secondarie: indicazioni per individuazione e gestione dei contatti in presenza di UN caso positivo tra gli insegnanti/operatori scolastici”.