Prevenire cadute dall’alto: scegli la scala portatile più idonea

La scala portatile è un’attrezzatura spesso utilizzata per attività effettuate nei cantieri temporanei o mobili. L’uso scorretto di tale dispositivo è causa ogni anno di molti infortuni gravi e mortali nei luoghi di lavoro.

Il “Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti” ha redatto, lo scorso anno, il “Quaderno Tecnico per cantieri temporanei o mobili” nel quale vi è indicato in quali occasioni è possibile utilizzare le scale portatili e vengono riportate anche utili indicazioni per scegliere quella più consona alla tipologia di lavoro.

Le informazioni utili da tener conto per la scelta di ogni scala sono le seguenti:

Scala in appoggio:

  • idonea per accedere ad un altro luogo;
  • non deve superare un’altezza di 15 metri;
  • per l’accesso la sporgenza deve essere sufficiente (almeno 1 metro oltre il livello di accesso, a meno che garantiscano altri dispositivi una presa sicura).

Scala doppia:

  • non deve superare un’altezza di 5 metri;
  • non idonea per accedere ad un altro luogo.

ImmagineWDD

Scala trasformabile:

  • configurata in scala di appoggio: risulta idonea com1e sistema per accedere ad un altro luogo; deve essere usata con un’altezza di 15 metri massimo; l’accesso la sporgenza deve essere sufficiente (almeno 1 metro oltre il livello di accesso, a meno che garantiscano altri dispositivi una presa sicura).
  • configurata in scala doppia: risulta idonea come sistema per accedere ad un altro luogo; deve essere usata con un’altezza di 5 metri massimo.

FEGEEG

ImmagineWDDEW

Per ogni tipologia di scala portatile la scelta deve avvenire tenendo conto delle seguenti considerazioni:

  • non bisogna esporsi lateralmente per effettuare il lavoro;
  • non portare materiali pesanti o ingombranti nelle operazioni di salita/discesa dalla scala che possano compromettere la stabilità o la presa sicura;
  • salire sulla scala ad un’altezza che possa consentire al lavoratore di disporre, in qualsiasi momento, di un appoggio e una di presa sicura;
  • la scala a gradini permette di avere un maggiore confort rispetto a quella a pioli per un breve posizionamento in altezza;
  • verificare la conformità della scala rispetto al D.Lgs. 81/08 (facente riferimento alla norma tecnica UNI EN 131) e verificare la presenza di un foglio o un libretto su cui ci siano scritte:

-le descrizioni della stessa e le indicazioni degli elementi costituenti;

-le indicazioni per il corretto impiego;

-le istruzioni per la conservazione e la manutenzione;

-gli estremi dei certificati delle prove previste dalla norma tecnica UNI EN 131-1/2 (dichiarazione di

conformità del costruttore, identificazione dell’istituto che ha effettuato le prove, numeri identificativi

dei certificati, date di rilascio);

  • presenza delle istruzioni base in lingua ove si è venduta la scala con annessi schemi o figure
  • presenza dei punti da ispezionare per la verifica della scala con annessi i criteri (le istruzioni appena citate possono essere mostrate anche sul sito web del fabbricante).

Le scale portatili devono essere marcate e devono riportare:

FEGEEGCDDDED

Infine le scale portatili devono riportare i riferimenti del D.Lgs. 81/08, in accordo con quanto redatto nella norma tecnica UNI EN 131-3, e devono avere le informazioni base sotto forma di pittogrammi.

Comuni informazioni sia per la scala doppia che in appoggio sono:

  • leggere le istruzioni;
  • riportare il carico massimo;
  • ricordarsi di appoggiarsi su una base piana e solida;
  • non sporgersi o scendere dal lato.

Ulteriori riferimenti per la scala di appoggio sono:

  • avere un angolo corretto di appoggio;
  • assicurarsi che a terra non ci sia dello sporco;
  • la sua estensione non sia oltre il punto di arrivo;
  • usare la scala con il suo orientamento corretto.

Ulteriori riferimenti per la scala doppia sono:

  • aprire la scala completamente prima del suo impiego;
  • accertarsi prima del suo utilizzo che i dispositivi di sicurezza siano bloccati.